L’Aversa continua a credere nella salvezza, battuto il San Severo

Vittoria importante per i normanni in chiave salvezza

Varriale in azione

Sul sintetico dello stadio ‘Comunale’ di Trentola Ducenta (indisponibile il Bisceglia) l’Aversa Normanna riesce a battere 2-0 una diretta concorrente per la salvezza, il San Severo, e guarda con maggiore positività ai prossimi impegni di campionato. La classifica, ad oggi, non serve guardarla: i tre punti conquistati servono soprattutto per il morale perché il miracolo salvezza è possibile e qualora non dovesse arrivare direttamente si potrà pensare anche di ottenerla dopo i play out che però sarà di fondamentale importanza giocare tra le mura amiche. La gara è stata sempre comandata dalla squadra di mister Marasco con la prima occasione che è arrivata dopo appena 9 giri di lancette: Giacobbe trova De Muto che calcia violentemente sfiorando il palo difeso da Patania. Un minuto dopo è sempre De Muto, questa volta in difesa, ad essere protagonista con un salvataggio in extremis su Formuso pronto a calciare in porta. Al 27’ il San Severo ci prova con Vaccaro ma Maiellaro spinge la sfera in angolo. Otto minuti dopo, al 35’, la gara si sblocca: è l’Aversa Normanna a passare in vantaggio con Qehajaj con l’attaccante granata che colpisce al volo un assist perfetto di Di Prisco. E’ 1-0. Dopo dieci minuti si torna negli spogliatoi. Al rientro in campo non c’è un guardalinee che si è sentito male e quindi a fare da guardalinee due tesserati delle società. I due allenatori provano a cambiare e al 61’ il San Severo che ci prova col neo entrato Fulvi che però non trova la porta. Alla mezz’ora della ripresa l’Aversa Normanna chiude i conti: Varriale, appena entrato, riceve palla nello spazio e supera in dribbling il portiere Patania portando la gara sul 2-0 e facendo esplodere di gioia i presenti a Trentola Ducenta. Il San Severo prova ad accorciare le distanze, ma a festeggiare sono i padroni di casa. Aversa più vicina alla salvezza.

AVERSA NORMANNA (3-5-2): Maiellaro, De Muto, Pezzella (dal 7’st Sozio), Di Prisco, Gargiulo, Scognamiglio, Romano (dal 22’st Moretta), Platone, Giacobbe, Qehajaj (dal 31’ st Varriale), Nicolao. A disp.: Granata, Ritieni, Passariello, Giordano, Monterosso, Tuccillo. All. Marasco

SAN SEVERO (4-3-3): Patania (dal 31’ st Longobardi), Tommasini (15’st Basso), D’Angelo (dal 31’ st Mbounga), Ligorio, Albanese (19’st Rossi), Silletti, Spinelli, Vaccaro, Formuso, Palumbo, Cappelli (15’st Fulvi). A disp.: Bonabitacola, Braidich, Florio, Iannicelli. All. Pompillo

ARBITRO: Marco Monaldi di Macerata

ASSISTENTI: Mirko Piotti e Luca Feraboli di Brescia

RETI: 35’pt Qehajaj (A), 32’ st Varriale (A)

NOTE: Giornata soleggiata, spettatori 100 circa. Ammonito Formuso (SS). Recupero 1’pt, 3’st