Calcio, cinema e musica s’intrecciano per lo “SportAntenne Day”, evento UISP dedicato alla sensibilizzazione contro il razzismo

CASERTA – Si avvia alla conclusione il progetto UISP “SportAntenne: prevenzione, emersione, mediazione per combattere le discriminazioni razziali”. Ma a Caserta non poteva terminare senza prima replicare lo “SportAntenne Day”, una giornata interamente dedicata alla sensibilizzazione sul tema della sensibilizzazione e della lotta alle discriminazioni su base etnica e razziale. Una giornata trascorsa all’insegna di sport, cultura, musica, aggregazione, socialità.

Alle 14:30, sul campo sportivo di Macerata Campania (CE) si è disputato l’incontro di calcio tra la RFC Lions Ska Caserta, compagine multietnica attiva da oltre 6 anni in Terra di Lavoro e nella sua provincia, e l’ A.S.D. Juve Sammaritana, squadra di Santa Maria Capua Vetere. Prima della partita, entrambe le squadre si sono raccolte attorno al banchetto informativo allestito per l’occasione ad ascoltare le parole di Dario Goglia, operatore sportivo del progetto UISP, nonché allenatore del team multietnico casertano.

Goglia ha illustrato a giocatori e dirigenze le finalità di SportAntenne, invitando tutti a collaborare nell’attività di “reporting”, ovvero a segnalare alla Uisp eventuali episodi di razzismo. Ai capitani delle squadre e al direttore di gara sono state donate le t-shirt ufficiali di SportAntenne.

Al termine dell’incontro, disputatosi dinanzi ad una bellissima e festosa cornice di pubblico, tra cui i ragazzi della Gradinata Antirazzista che hanno esposto uno striscione recante il messaggio: “La nostra passione: il calcio popolare. Il nostro valore: l’antirazzismo!”, squadre e tifosi si sono spostati al Club 33 Giri di Santa Maria C.V., un’associazione che da anni promuove sul territorio eventi artistici e culturali di spessore. Al Club 33 Giri tutti i presenti hanno assistito alla proiezione di “Ibi”, il docu-film di Andre Segre e Matteo Calore sulla vita di una straordinaria donna, originaria del Benin, stabilitasi poi a Castel Volturno,

dove insieme al compagno di vita Salami, ha vissuto con allegria e dignità la propria vita, fino a diventare una vera e propria leader del Movimento migranti e rifugiati di Caserta. Al termine della proiezione, Domenico Vastante, membro del Club 33 Giri e degli Ska Lions, ha introdotto Mariarita Cardillo del Centro Sociale Ex Canapificio e Marco Proto, supervisore locale di SportAntenne Uisp e co-fondatore della RFC Lions Ska. Mariarita Cardillo ha parlato del progetto di accoglienza SPRAR gestito dal Centro Sociale, mentre Marco Proto ha illustrato ai presenti le finalità del progetto UISP, le attività di sensibilizzazione e mediazione poste in essere nel corso del progetto, l’esperienza della squadra multietnica e antirazzista di Caserta.

E’ stato poi il momento della musica etnica di Sandro Joyeux, che ha fatto cantare e ballare il pubblico presente sulle note e le parole di canzoni senegalesi e maliane, in lingua bambara e wolof, mandando letteralmente in estasi gli atleti della RFC Lions, che alla fine non hanno potuto fare a meno di salire sul palco e cantare insieme a Joyeux.

Alla fine, tra l’evento sportivo ed il “terzo tempo” all’insegna di cinema e musica, hanno partecipato alla giornata “SportAntenne” oltre 300 persone, con una nutrita presenza di cittadini di paesi terzi (almeno 80).

“SportAntenne” è un progetto della UISP Nazionale che fa riferimento al Fondo asilo, migrazione e integrazione 2014-2020 del Ministero dell’Interno ed Unione Europea. La Uisp sta operando in sinergia con l’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali per far emergere discriminazioni etnico-razziali dirette e indirette nei confronti di cittadini di Paesi terzi, valorizzando ed utilizzando la capillare rete territoriale dell’Uisp, associazione di promozione sociale e sportiva diffusa su tutto il territorio nazionale. Un progetto teso all’emersione del fenomeno discriminatorio e rivolto alla mediazione attraverso lo sport.

Tante le segnalazioni arrivate all’Antenna Uisp casertana, relative a casi di discriminazioni su base etnica ed episodi di razzismo verificatisi all’interno e all’esterno dei centri di accoglienza, nelle strade, sui campi di calcio e sugli spalti, nei rapporti con uffici pubblici e con locatori di alloggi.

Per segnalare episodi di discriminazione di stampo etnico-razziale percepiti, diretti o indiretti, vittime e/o testimoni possono rivolgersi al numero dell’Antenna Territoriale Uisp Caserta 3421707337, alla email: sportantenne.caserta@uisp.it, ovvero al numero verde dell’Unar 800901010″.