Tre punti in regalo per Nello Martone: “Questa Casertana sta regalando le soddisfazioni che meritiamo. Critiche? Fanno parte del gioco ma ho risposto con i fatti. Adesso riempiamo il Pinto”

Aniello Martone (Foto Giuseppe Scialla)

Regalo più bello non poteva riceverlo. Il consulente della Casertana Nello Martone ha festeggiato il compleanno con i tre punti e intervenendo in diretta a Radiocasertanuova ha raccontato l’importanza del successo di domenica.

“Al di là delle vicende tecnico-tattiche è la Casertana che mi piace vedere. Tutti si sono sacrificati su ogni pallone e finalmente si è capito che bisogna sacrificarsi per il bene della maglia, per il raggiungimento dell’obiettivo salvezza”.

A gennaio nessun colpo sbagliato. Tutti innesti azzeccati e la classifica ora parla chiaro.

“Il mercato di gennaio serve per risolvere quelle problematiche incontrate nella prima parte di stagione. Abbiamo lavorato per raddrizzare la barca e devo ammettere che prima dei giocatori sono arrivati uomini veri. Calciatori che possono dare ancora tanto non solo in questa categoria ma anche in quelle superiori. Poi mister D’Angelo ci ha messo del suo sistemando in campo una squadra finalmente completa. Le critiche? Fanno parte del gioco anche se a volte bisognerebbe capire come stanno realmente le cose. Serve avere una visione dall’interno prima di emettere giudizi. Ho pensato solo a lavorare rispondendo con i fatti”.

Una Casertana che avrebbe potuto lottare già mesi fa per la zona playoff. Almeno è quello che sta emergendo. “Qualche rimpianto c’è – ammette – così come qualche errore che ho commesso. Un pizzico di inesperienza mi ha portato a farmi condizionare da determinate cose e col senno di poi ci saremmo potuti ritrovare a lottare anche per un quinto posto. Vi assicuro però che ho cercato di dare il meglio di me, di fare il massimo per la Casertana”.

Ora tocca alla tifoseria dimostrare il proprio attaccamento alla squadra: “I primi sei mesi sono stati qualcosa di surreale. Abbiamo vissuto l’inferno e personalmente sono stato sostenuto da D’Agostino. Un altro presidente se la sarebbe presa con il sottoscritto e si sarebbe fatto condizionare da tante cose. Invece siamo andati avanti, c’è stata fiducia nel lavoro di ognuno come il club manager e tutto lo staff e pian piano le cose sono migliorate. Spero sinceramente che lunedì vedremo le tribune piene dando soddisfazione ai ragazzi che stanno dando l’anima in campo e al presidente D’Agostino. Questo è il nostro desiderio più grande. Stiamo facendo l’impossibile per la Casertana e conoscete tutti i sacrifici economici che il nostro presidente sta facendo per assicurare un futuro roseo al club”.