Ora l’Aversa si gode il talento di Mariano Romano: “Voglio ripagare la fiducia di Corvino e Filosa. A Manfredonia i tifosi mi hanno emozionato e contro l’Altamura serve una bolgia”

Mariano Romano

E’ stato fortemente voluto dal presidente Corvino che insieme al dg Filosa hanno puntato sulle sue doti. Mariano Romano si è lasciato alle spalle un lungo infortunio e ha dimostrato a Manfredonia di poter dare una grossa mano all’Aversa. “Quando sono entrato mi sentivo bene – ha detto – e sentivo di dare un qualcosa alla squadra e al mister. Volevo ripagare la fiducia del direttore Filosa ed essere riconoscente al presidente Corvino che mi hanno permesso di tornare a giocare e farlo in una piazza importante come Aversa”. Poi svela un aneddoto: “Sabato è successa una cosa bellissima: i tifosi hanno urlato il mio soprannome Puma Puma Puma e mi sono emozionato e caricato mentre giocavo e per questo spero che in casa contro l’Altamura i tifosi  possano riempire lo stadio perché Aversa e l’Aversa Normanna meritano di stare in altri posti, altre categorie! Io personalmente ho giocato contro i granata quattro anni fa in Seconda Divisione, cantavano si sentivano e anche parecchio! In questo momento ne abbiamo bisogno tanto, abbiamo bisogno che ci sostengano fino all’ultimo come sta succedendo in questo periodo!  Grazie alla loro fede e amore per la maglia noi giocatori suderemo la maglia e se serve la sporcheremo di sangue perché per loro in primis e per noi tutti la salvezza è l’unica cosa che conta. Domenica deve essere una bolgia, ora più che mai tutti uniti verso la meta”.