Immenso Family Caserta, violato il parquet della Meomartini Benevento

È’ una dimostrazione di grande carattere quella di un Family Caserta che viola il parquet di Benevento con una prova stoica, fatta di dedizione, sacrificio e sudore, su un parquet scomodissimo e venendo a capo di una situazione di gestione del match difficile, ancora una volta. Sotto nel punteggio in avvio e con una situazione falli che, con l’incedere del match, è peggiorata di quarto in quarto, la squadra di coach Ursini ha saputo fare quadrato e mettere in atto una remuntada importante nella corsa alle prime tre posizioni che stabiliranno le posizioni di vertice della post season per la promozione. Se è vero che alle sannite mancava la top scorer Aversano, non può non essere sottolineato come al Family mancasse ancora l’asse play pivot di Gaustaferro e Pasquariello, nonché che molti dei frutti di questa vittoria vanno ricercati in quei minuti concessi alle ragazze under 18 che han portato punti ma soprattutto intensità difensiva, buone cose che vanno al di là della vittoria. Solita doppia doppia d’ordinanza per Eleonora Petrazzuoli, solito ventello per Zonda, ma tutte portano un contributo non da poco. Family in avvio contratto, intimorito dai centimetri di una Chiumento che sembra poter essere il go to guy designato di serata per le padrone di casa, con Zonda che risponde colpo su colpo. Benevento scappa, piazza un minibrek che le regala più di due possessi di vantaggio, ma le casertane macinano gioco, litigando forse solo un po’ troppo con la linea della carità e restando sempre in scia anche alla pausa lunga. Nella ripresa coach Ursini, anche per problematiche di falli, cambia le carte in tavola, alterna esperienza e giovani sul parquet, con Alberico e Mozzi che portano punti pesantissimi, mentre è Grasso in difesa a mettere una pezza in vernice e a permettere un break che di fatto riapre i giochi. Quarto periodo da apnea pura; Benevento può ben presto sfruttare il bonus, con Petrazzuoli e Guida, le leonesse dell’area pitturata, che finiscono fuori per falli, ma anche nel momento di difficoltà, le casertane non perdono la ragione: ci pensano Gentile e Alberico prima e Cerreto poi a indirizzare il match sui binari del successo rossoblu. Una vittoria che fa bene a questa squadra che conferma, ancora una volta, che in trasferta sa fare la differenza e che può contare su un parco giocatrici importante, in cui anche le under possono portare sulla bilancia un talento dal peso specifico interessante.

GS MEOMARTINI BENEVENTO – FAMILY CASERTA 49-61 (18-11; 30-22; 39-37)

BENEVENTO: Pascale 11, Formato 3, Meola n.e., Muscetta 2, Ucci, Bollo 3, Addazio n.e., Viola, Chiumento 17, Molinaro 7 Manganiello n.e, Quaranta 6. All. Capacchione.

CASERTA: Natale n.e, Grasso 1, Guida 2, Petrazzuoli 14, Vittiglio n.e., Mozzi 3, Zonda 20, Alberico 8, Gentile 7, Cerreto 6, Nastro n.e.All. Ursini