Terza puntata di “PICCOLE CANAGLIE”. Fisicità e fiuto del goal: il Marcianise si coccola il talentuoso bomber Vitale

Luca Vitale del Marcianise in maglia gialla (foto SportCasertano.it)

MARCIANISELuca Vitale è uno dei prospetti più talentuosi dell’U.S. Marcianise. L’attaccante, nato il 29 giugno 2000 a Napoli ma residente a Caivano, si sta mettendo in mostra, davanti alla piazza biancoazzurra, per la sua fisicità e per un fiuto del goal che, per il momento, gli ha permesso di segnare due reti in Promozione. La prima l’ha siglata alla terza giornata contro la Virtus Liburia, il secondo sigillo sabato in casa contro il Vitulazio – che gli vale l’attenzione della rubrica settimanale di SportCasertano.it “PICCOLE CANAGLIE”, dedicata ai calciatori talentuosi delle società dilettantistiche.

LA CARRIERA. A cinque anni il ragazzo napoletano ha iniziato a giocare a calcio nella scuola calcio Satellite Caivano, prima di trasferirsi allo Sporting Caivano con cui ha giocato fino al 2015. Con lo Sporting Caivano disputa la sua stagione più prolifica, infatti nella stagione 2012-2013 sigla la bellezza di trentaquattro reti con gli Allievi Provinciali. E’ quello l’anno in cui ritorna a giocare da attaccante, dopo che in passato era stato adattato come centrocampista. Grazie a quell’exploit, egli girovaga per l’Italia per tanti provini, con Napoli, Paganese e tanti altri club italiani di Lega Pro. A prelevarlo è l’Aversa Normanna, con cui disputa gli Allievi Regionali la passata stagione agli ordini di Giulio Sagliocco e sale spesso con la Juniores Nazionale.

L’APPRODO A MARCIANISE. Nell’estate scorsa, Vitale partecipa ad un triangolare con i pari età di Nerostellati Frattese e Casertana e segna un goal ai falchetti nella vittoria per 2-1 finale. Lo staff del settore giovanile casertano si interessano a lui ma dopo una serie di appuntamenti, la trattativa non va in porto. Per lui è un colpo duro a livello mentale ma neanche il tempo di demoralizzarsi che si fionda su di lui l’U.S. Marcianise che lo convince ad intraprendere la nuova esperienza. La prima avventura in prima squadra inizia nel migliore dei modi, infatti la dirigenza e l’allenatore Ferdinando Di Benedetto se lo coccolano. Ed il talento sta rispondendo con positive prestazioni sul campo, sei presente in sette partite in Promozione, e due reti all’attivo.

L’IDOLO. Il giovane goleador di 1.82 e di piede destro, che ha come idolo Zlatan Ibrahimovic, è molto soddisfatto dell’inizio dell’esperienza marcianisana: “A Marcianise mi sto trovando molto bene. E’ stata allestita una bella squadra ed ho un ottimo rapporto con l’allenatore. Sin in campionato che in Coppa Italia ho sempre avuto la possibilità di giocare, tranne per la partita con l’Olimpia Casalnuovo in cui ero infortunato. Fino ad ora ho segnato due reti. Contro la Virtus Liburia mi è arrivato palla dopo un contrasto, mi sono involato e con il sinistro ho segnato; con il Vitulazio ho dovuto solo appoggiare in rete l’assist di Venturino Di Ronza. Ora spero di fare bene in questo nuovo progetto, in cui mi sento molto coinvolto”.

 

LE PRECEDENTI PUNTATE DELLA RUBRICA “PICCOLE CANAGLIE”

LEGGI QUI LA PRIMA PUNTATA DEDICATA A CARMINE PASQUARIELLO DELL’HERMES CASAGIOVE

LEGGI QUI LA SECONDA PUNTATA DEDICATA AD ANTONIO DE SIMONE DELL’ALBANOVA