Casertana spettacolare! Tre schiaffi al Cosenza e primo brindisi esterno

Alfageme esulta dopo il gol (Foto Giuseppe Scialla)

Prima vittoria esterna, e che vittoria! I ragazzi di D’Angelo trovano tre punti importantissimi dopo tre sconfitte consecutive e il morale sotto i tacchi, 0-3 senza dubbi, squadra decisa e con tanto sacrificio in campo.

Manovra non ancora fluida, ma il lavoro di D’Angelo già si è visto, squadra diversa dal punto di vista tattico e dopo il primo gol, sembra essere arrivata anche la fiducia tra i compagni. Anche le sostituzioni sono sembrate giuste e fatte nei tempi giusti inserendo tutti i cinque cambi.

Ora il futuro sembra più roseo.

 

PRIMO TEMPO – D’Angelo nel 3-5-2 rispolvera Benassi in porta, schiera la difesa a tre con Rainone, Polak e Lorenzini. Nei cinque di centrocampo troviamo Turchetta con De Rose e Carriero centrali, Ferrara e Galli esterni. In attacco Padovan-Alfageme.

Sale male la difesa al 7’, Baclet si trova la palla sul sinistro, la conclusione termina sul palo alla destra di Benassi.

Casertana in vantaggio all’11 sempre con Alfageme, il bomber di inizio stagione, palla molto lunga con Pinna e Dermaku che stringono al centro dell’area, ma Il numero 9 rossoblù si inserisce e tocca il giusto la palla con Perina in uscita per insaccare. Capannello di festa con tutta la panchina compreso il direttore Martone e l’esperto Rajcic.

Ospiti ancora pericolosi al 14’ con Polak che colpisce di testa da azione di calcio d’angolo battuto da Ferrara, Dermaku devia col corpo e un po anche col braccio molto legato in angolo.

Al 29’ Mendicino vicino al gol con una spettacolare rovesciata con Rainone che colpisce la palla spedendola sulla traversa, l’arbitro però aveva fermato tutto per off side.

Nel finale di primo tempo arriva il raddoppio direttamente da calcio di punizione dal limite spostato a sinistra, punizione guadagnata da Alfageme lanciato in contropiede, calcia Galli che trova lo spiraglio giusto, davanti al portiere Baclet non devia e la palla termina in rete.

 

La gioia di Martone e Alfageme (Foto Giuseppe Scialla)

SECONDO TEMPO –  Prima occasione per la Casertana al 47’, Padovan innesca Alfageme, ma il destro è sballato. Risposta affidata alla testa di Idda al 52’ ma Benassi con un balzo felino fa sua la palla.

Il Cosenza si fa più pericoloso, al 56’ è Statella a trovare il gol di testa, ma l’arbitro annulla per evidente spinta dell’attaccante su Alfageme.

Ci prova al 63’ Mungo ben servito da Caccavallo dal limite dell’area, palla svirgolata, ancora da fuori pochi minuti dopo fucilata mancina di Pinna dalla distanza, la palla esce di poco alla destra di Benassi.

Bella manovra del Cosenza al 76’ Caccavallo serve Tutino in area, appoggio per Statella,  ma il sinsitro si spegne sul fondo da ottima posizione.

Carriero chiude il match all’81’, controlla palla al limite, mira l’angolo lontano e con un delizioso destro a giro insacca.

Si torna a respirare ossigeno puro.

COSENZA : Perina; Idda, Dermaku, Pinna; Corsi, Bruccini (67’ Tutino), Loviso (33’ Mungo), Calamai, D’Orazio (1′ st Statella); Mendicino (1′ st Caccavallo), Baclet. A disp.: Saracco, Pasqualoni, Boniotti, Pascali, Palmiero, Liguori. All.: Braglia

CASERTANA : Benassi; Rainone, Polak, Lorenzin; Galli, De Rose (77’ De Marco), Carriero, Ferrara (73’ Rajcic); Alfageme, Padovan (77’ Tripicchio), Turchetta (61’ D’Anna). A disse.: Cardelli, Finizio, Lorenzini, Visconti, Forte, Cigliano, Santoro, Colli, Marotta. All. D’Angelo.

ARBITRO: Volpi di Arezzo – ASSISTENTI:  Affatato di Vco e Rossi di Novara

RETI: 11’ Alfageme, 39’ Galli, 81’ Carriero.

AMMONITI: Calamai, Dermaku, Mungo (Cosenza); De Rose (Casertana)

ESPULSO Tutino al 91’ per proteste

NOTE: Spettatori totali 2207 di cui 63 ospiti. Incasso di 13.421 euro più 2.983 di quota abbonati