Grinta e classe al momento giusto, la Sessana “morde” la Puteolana

Inizia alla grande il campionato della Sessana che allo stadio “Adelio D’Arcangelo” di San Castrese supera di misura la quotata Puteolana 1902. Una gara equilibrata, tignosa, con i gialloblù che sono riusciti ad usare sia sciabola che fioretto nel momento giusto.

Le formazioni. Collaudato 4-3-3 per i padroni di casa con l’esordio dal primo minuto di Paolella; i due esterni sono gli stessi di sabato scorso ossia Caiazzo e Mottola, coppia mancina in difesa con Viglietti e Signore. Davanti la difesa gioca Mariano D’Abronzo con Sergio Barone Lumaga sul centro-sinistra ed il metronomo Gargiulo dall’altro lato; riferimento centrale Orazio Grezio con  Bacio Terracino sulla sinistra e capitan Agata sulla destra. Stesso schieramento per la Puteolana che alza il muro dietro con Gargiulo-Loreto-Serino, tre over in difesa; davanti il trio d’attacco è composto dal giovane Idigbogu e dagli esperti Pastore e Carotenuto, ultimo capocannoniere del girone A di Eccellenza.

La prima formazione titolare in campionato della Sessana

Primo tempo. Il terreno di gioco non è in perfette condizioni e lo si nota subito da qualche rimbalzo fasullo del pallone, la Puteolana prova a difendersi e ripartire affidando alla classe di Carotenuto le proprie speranze. E’ il numero dieci, di bianco vestito quest’oggi, ad approfittare di una palla persa sulla trequarti, il tiro di prima intenzione è insidioso, ma il giovane Paolella si distende e mette il pallone in angolo. Capitano entrambe ad Orazio Grezio le due occasioni del possibile vantaggio casalingo, in una prima occasione il sinistro termina abbondantemente fuori, mentre nella seconda, su invito di Signore, colpisce in maniera debole di testa con la sfera che termina tra le braccia di un tranquillo Riccio. Il portiere ospite però rinvia in malo modo al 27’ regalando il pallone ad Agata che si invola dalla trequarti ed una volta entrato in area lascia partire un destro che non inquadra lo specchio della porta. La Puteolana è Carotenuto, il numero dieci controlla di petto e da quasi centrocampo lascia partire in contro-balzo un tiro insidioso che da l’illusione del goal ai tanti tifosi granata giunti al seguito della propria squadra. Episodio da rivedere al minuto 36’ quando il direttore di gara fischia fallo di Grezio in area, D’Abronzo aveva già messo il pallone in rete, ma più che fallo del numero nove sembra esserci una spinta ai danni del cobra. Giusto, invece, annullare la rete di Grezio al 41’, Riccio non riesce ad intervenire sull’indioso angolo di Agata, il numero nove gialloblù mette il pallone in rete con il braccio, rete annullata e giallo per l’ultima occasione del primo tempo.

Secondo tempo. E’ sempre Orazio Grezio il più pericoloso per la Sessana, grande palla di Mariano D’Abronzo nel corridoio tra Serino e Gargiulo, il numero nove prova subito a beffare Riccio che con la manona alza subito il pallone che termina tra le sue braccia dopo un alto campanile. La sfida Grezio-Carotenuto continua, il dieci ospite mette un cross insidioso al centro dove Pastore prova la torsione, sul secondo palo si fa trovare pronto ancora Paolella che mette la palla in angolo. Iniziano i tanti cambi, saranno “solamente” e “tradizionalmente” solo sei dopo la nuova normativa federale, dentro Gracco e Parisi per Bacio Terracino e Idigbogu. Calano un po’ i ritmi di una partita arcigna, inizia ad uscire fuori la qualità e la Sessana ne ha “abbastanza”. Minuto 79’ Luigi Agata si accentra e con un vellutato tocco serve l’inserimento di Orazio Grezio in profondità, il numero nove supera Serino ed è glaciale davanti a Riccio, tocco morbido che entra in rete. Esplode la tribuna dell’”Adelio D’Arcangelo”, la Sessana è in vantaggio con la solita firma, esultanza rabbiosa di tutta la squadra e del proprio marcatore, Orazio Grezio si “ripresenta” al pubblico gialloblù con il miglior biglietto da visita possibile. Un cambio per parte subito, fuori Mottola e dentro Di Lanna per i gialloblù, dentro Guadagnuolo per aumentare il peso offensivo della Puteolana. I granata provano a riversarsi nell’area dei gialloblù che spediscono via al mittente ogni flebile attacco, anzi ad un solo minuto dalla fine hanno l’occasione per il duplice vantaggio con Di Lanna che serve Grezio, sinistro ed ancora respinta di Riccio. Cinque interminabili minuti di recupero, la Sessana difende la rete del Cobra e al minuto 95’ può festeggiare. Vittoria importante per i gialloblù che iniziano bene il campionato, mercoledì sfida al San Martino Valle Caudina, c’è l’obbligo di vittoria per passare il turno.

SESSANA: Paolella, Caiazzo, Mottola (80’ Di Lanna), Gargiulo A, Viglietti, Signore, Agata (83’ Zamparelli), Barone Lumaga, Grezio, Bacio Terracino (70’ Gracco), D’Abronzo. All. De Michele. A disp. Abbate, Nardi, Sommella, Sorrentino.

PUTEOLANA 1902: Riccio, Serino, Novelli, Gatta, Loreto, Gargiulo L (80’ Guadagnuolo), Idigbogu (60’ Parisi), La Montagna (81’ Vitagliano M), Pastore, Carotenuto, Inserra. All. Marino. A disp. Salineri, Carezza, Chierchia, Palomba.

ARBITRO: Rapuano di Benevento

ASSISTENTI: Scuotto – Cecere di Frattamaggiore

MARCATORE: 79’ Grezio (SES)

AMMONITI: Viglietti, Barone Lumaga, Grezio, Gracco (SES); La Montagna (PUT)

CORNER: 7-3 per la Puteolana

RECUPERO: 1’PT; 5’ ST

Ufficio Stampa US Sessana 1915