Un’altra bandiera appende le scarpette al chiodo. L’evergreen Peppe Rosi pronto a sedersi in panchina: “Voglio una proposta seria per mettermi in gioco”

Peppe Rosi

E’ terminato di certo non nel migliore dei modi il campionato del Vitulazio, una retrocessione dalla Promozione arrivata solamente nei supplementari nella sfida contro il Cimitile in trasferta. Ha terminato lì là stagione, dopo la parentesi iniziale a Santa Maria La Fossa, nella sua casa d’adozione rosanero, Giuseppe Rosi, 41 anni compiuti qualche mese fa, ma ancora tanta voglia di correre e lottare in campo. L’evergreen Rosi ha però in testa un sogno: iniziare la carriera d’allenatore. Ed il momento sembra propizio: “Ho conseguito l’abilitazione ad allenare con il patentino Uefa B e sono pronto a lasciare il calcio giocato. Dopo aver “allenato” in campo, sono pronto a sedermi in panchina da allenatore. Sono pronto a dare l’addio al calcio, ma voglio una proposta seria che mi consenta di dare il meglio di me. Voglio allenare, in campo mi sono divertito tanto, ma sono seriamente pronto ad iniziare la carriera da allenatore. Rimango in attesa di una proposta seria, lasciare il calcio giocato rappresenta veramente un grande passo per me e voglio che qualcuno punti sulla mia professionalità e competenza per dimostrare che posso allenare.”  Ha le idee abbastanza chiare l’ex attaccante di Aversa Normanna e Sessana, è già pronto per una nuova sfida, ma questa volta nelle vesti di allenatore.