Gladiator, per il “closing” bisogna attendere: la cordata sammaritana controlla la documentazione. Intanto la Colandrea rassicura i calciatori

Il manto erboso del Mario Piccirillo

SANTA MARIA CAPUA VETERE –  Non è stato ancora stabilito il tanto atteso incontro decisivo per la formalizzazione della trattativa di cessione del Gladiator. “Dopo Pasqua” è stato il riferimento temporale, enunciato sia dal direttore generale Salvatore Bruno D’Anna che dalla garante della cordata sammaritana Luisa Colandrea ma, nonostante la festività religiosa sia trascorsa, bisogna ancora attendere per conoscere il giorno esatto. A quanto pare la cordata sammaritana ha ricevuto dalla famiglia D’Anna tutto l’incartamento contenente le spese da sostenere da qui fino al termine della stagione e sta effettuando i propri controlli dettagliati, onde evitare di trovare sorprese.

L’INCONTRO DECISIVO. E’ probabile che, tra il fine settimana e la settimana prossima, l’intermediario Michele Mele contatterà la famiglia D’Anna per mettere nero su bianco il passaggio di proprietà e passare poi alla tappa successiva: la composizione del nuovo organigramma societario di cui è certa solo l’investitura della nuova presidente Luisa Colandrea. Eventi che innalzano l’attesa della tifoseria sammaritana, desiderosa di conoscere l’identità del “Mister X” che, molto probabilmente, verrà svelata solo dopo che verrà conclusa positivamente la trattativa.

LA RIUNIONE. Spettatori della trattativa sono i calciatori che aspettano di conoscere lumi sulla vicenda rimborsi (per il momento mancano le mensilità di marzo ed ora anche aprile che è agli sgoccioli). Dopo aver svolto l’allenamento in vista della sfida in programma domenica pomeriggio alle 15 al “Pasquale Ianniello” di Frattamaggiore, l’intera squadra si è riunita nello spogliatoio con Luisa Colandrea che, all’improvviso, si è ritrovata ad avere la massima responsabilità della gestione prima ancora di essere ufficializzata nell’organigramma societario.

LE SPETTANZE. Ciro Manzi si è fatto portavoce dei suoi compagni di squadra ed ha espresso tutte le problematiche conseguenti al ritardo. Secondo le voci che girano in città, la Colandrea, dal canto suo, ha ribadito che per il “closing” è questione di giorni e che molto probabilmente sabato potrebbe essere un giorno decisivo per l’elargizione delle spettanze. Una “mezza promessa” che deriva dal fatto che la cordata sammaritana vuole sì addebitarsi le spese del mese di aprile ma intende prima formalizzare il passaggio di proprietà. Per il momento infatti, i nuovi acquirenti non hanno alcun titolo ufficiale a compiere un intervento economico mentre, una volta avvenuto il “closing” e con la certezza di aver acquisito il Gladiator, verranno sostenute le spese relative al finale della stagione attuale.