Prima uscita stagionale per l’Alp Airri Aversa: buon test contro la Givova Scafati di B1

mde
L’Alp Volley durante l’allenamento

Prima uscita stagionale ieri (venerdì 30 settembre) per l’Alp Airri Aversa che ha disputato una gara amichevole contro la Givova Scafati, squadra che parteciperà al campionato di B1. Le normanne di coach Nico Borghesio hanno alternato ottime azioni di gioco ad altre sicuramente meno positive ma nel totale, visti anche i carichi di lavoro di queste settimane, sono arrivate buone indicazioni per il tecnico normanno che ha avuto la possibilità di verificare dove ‘spingere’ ancora e dove invece i risultati degli allenamenti sono già soddisfacenti. Per la cronaca la sfida si è conclusa 3-1 per Scafati ma è chiaro che quando c’è una differenza di categoria il risultato non può che essere secondario rispetto alla prestazione della squadra.

Le padrone di casa guidate da coach Sergio Meneghetti cercano di mettere immediatamente la quinta marcia portandosi 6-1 ma l’opposto Melina Salzillo è carica e sigla prima un mani e fuori e poi un diagonale che porta l’Alp Airri Aversa nuovamente a ridosso delle avversarie. Le salernitane non sbagliano nulla in ricezione e quando sono avanti 12-4 costringono il tecnico delle normanne, Nico Borghesio, a fermare il gioco con un time-out. Al rientro in campo entrano in partita anche Nunzia Campolo (preciso pallonetto) e Ketty Vinaccia (primo tempo) e lo svantaggio si riduce (13-8). Sul punto di Carmen Gargiulo la contesa arriva 17-12. Il servizio vincente di Lisandra per Scafati traccia un nuovo solco (20-13). Reazione aversana con Campolo che chiude in bellezza uno scambio lunghissimo tra gli applausi dei presenti (22-16). Ma il set ormai è andato a con il muro su Salzillo Scafati si porta avanti 1-0.

Il secondo parziale è più equilibrato anche se la squadra del presidente Gianni Apicella è comunque sempre costretta a rincorrere: con il muro di Federica Nina su Anna Pericolo il risultato indica 8-6 per Scafati. Le atlete militanti in Serie B1 quando decidono di accelerare mettono in difficoltà le aversane: pallonetto da urlo della palleggiatrice ex Serie A Elisa Peluso e palla che cade all’incrocio delle linee (19-11). Aversa prova a rifarsi sotto anche grazie a numerosi errori delle avversarie (19-16) ma anche questa volta è l’ace di Lisandra a lanciare le sue compagne (22-16). Il set si chiude 25-17.

Coach Borghesio prova a registrare la sua squadra e correggere gli errori e non a caso nel terzo parziale il suo gruppo è più vivo: punto a punto fino al 9 pari. A lanciare Scafati è nuovamente l’attaccante Lisandra che con due aces consecutivi regala il +4 alle padrone di casa (17-13). Ed è sempre la schiacciatrice italo-cubana, in parallela, a indirizzare il set per il 24-18. Aversa annulla due set point ma è tardi. Finisce 25-20.

Nel ‘quarto’ c’è il primo vantaggio dell’Alp Airri Aversa con l’attacco di Campolo che vale l’1-3. Ancora Lisandra e l’ace di Michela Ricciardi portano al contro sorpasso (7-6). Ma questa volta Scafati non riesce a liberarsi dalla morsa normanna e Ilaria Rossi, entrata al posto di Vinaccia, sigla l’ace del 13-15. E’ sempre la centrale del vivaio normanno a piazzare il primo tempo che porta l’Alp +3 (19-22). L’attacco di Nina e la ‘sparata’ out di Scafati garantiscono alle ragazze di Borghesio di conquistare il primo set della stagione (22-25).