Casale 1964, colpo da urlo in Seconda Categoria: firma il ‘Re Leone’ Sossio Aruta

Sossio Aruta in sede
Sossio Aruta in sede

Il primo colpo di mercato del Casale 1964 far tremare i polsi a tutte le avversarie e manda di diritto il club del presidente Enricomaria Natale in pole position per la vittoria del campionato di Seconda Categoria. Stamattina infatti ha firmato in sede il ‘Re Leone’ Sossio Aruta. L’attaccante 46enne (è nato a Castellammare di Stabia il 19 dicembre 1970) non ha bisogno di presentazioni: gioca a calcio da giovanissimo e nella sua carriera ha vestito le maglie di oltre 20 squadre segnando più di 350 gol tra professionisti e dilettanti. Nel 2005 ha partecipato al reality ‘Campioni, il sogno’ giocando in Serie D con la maglia del Cervia. La parte più significativa della sua carriera è stata l’esperienza biennale di Ascoli in C1. Tuttavia ha disputato anche alcune partite in serie B con il Pescara. Tra le altre squadre, ha giocato anche nel Benevento, nel Cosenza, nel Taranto, nel Savoia e nel Frosinone. E’ stato più volte capocannoniere del torneo di Eccellenza campana ed ha tentato anche l’avventura nel campionato sammarinese: dopo aver vinto titolo marcatori, campionato e coppa nazionale nel 2010, a 40 anni esordisce in Champions League con il Tre Fiori.

Firma Sossio ArutaNegli ultimi gioca sempre in Campania prima di lanciarsi nell’avventura di ‘Uomini e donne’ nel ruolo di tronista. Ma quando il campo chiama è impossibile dire di ‘no’. Ed ecco quindi che quando Enricomaria Natale, presidente e allenatore del club casalese, lo chiama per presentargli il progetto, Sossio Aruta proprio non riesce a rifiutare l’invito e quindi sposa un progetto che si presenta vincente: “Ho deciso di affrontare questa sfida perché si vuole costruire qualcosa di importante. Sono stato entusiasta quando sono venuto a conoscenza di questa nuova realtà e alla mia età è veramente straordinario giocare ancora per vincere un campionato. Spero solamente di non deludere nessuno e che tutto vada per il verso giusto perché le condizioni per fare bene ci sono tutte. So benissimo le responsabilità che mi aspettano perché tutti si attendono da me tantissimo. Ho realizzato 357 gol in carriera e ho un sogno: centrare il record di 400 gol proprio quest’anno con il Casale 1964”. Sossio Aruta svela quindi il suo segreto, quello che gli ha permesso di essere uno degli attaccanti più prolifici d’Italia: “Mi sono sempre allenato da professionista e fortunatamente non sono mai incorso in infortuni seri. Inizio a giocare a calcio a 6 anni e calcare un campo mi fa sentire giovane e importante. Il segreto penso sia quello di rimanere umile: solo così riesci ad avere successo. Parto per questa nuova avventura con un obiettivo che è quello di chiudere in bellezza la mia carriera. Penso che questo sia l’ultimo anno su un terreno di gioco e mi piacerebbe regalare ai tifosi e regalarmi una straordinaria vittoria del campionato”.