Flash News
TUTTO LO SPORT DELLA PROVINCIA DI CASERTA IN RETE

Super Corsale spinge la Pasta Reggia Hermes verso la salvezza

Giallorossi ad un passo dalla permanenza nella massima lega di beach soccer
Pasta Reggia Hermes Casagiove in rosa

Pasta Reggia Hermes Casagiove in rosa

Come l’Araba Fenice risorge dalle sue ceneri, così la Pasta Reggia Hermes Casagiove rinasce da una situazione che era tutt’altro che semplice e conquista una vittoria che potrebbe essere decisiva ai fini della classifica. Nella quinta giornata del girone B della Serie A di beach soccer, i giallorossi della famiglia Corsale prevalgono con il punteggio di 6-3 sul Catanese Beach Soccer grazie ad una prestazione impeccabile di tutto il collettivo. Gli spettatori, assiepati sulla tribuna del “Betclick Arena Stadium” di Montalto di Castro, si sono gustati le meraviglie di un gruppo totalmente rimaneggiato, che ha perso per strada perni inamovibili di questa stagione estiva ma ha saputo stravolgere il pronostico favorevole con un organico ridotto all’osso (appena 9 persone) in cui si è rivelata preziosa la mano dei nuovi arrivati Mazzone, Di Mieri e Mastroianni. Per effetto di questa affermazione, la Pasta Reggia ottiene quota sei punti e si porta al quarto posto, in compagnia dell’Ecosystem Panarea. Per i casagiovesi la salvezza diventa un traguardo mai come ora possibile e potrebbe essere festeggiata anche oggi, qualora siano positivi i risultati delle altre gare. Mattatore incontrastato della partita il capitano Raffaele Corsale, autore di quattro reti di pregevole fattura che hanno deliziato il pubblico presente. Per il modo con cui sta giocando, il giocatore casagiovese meriterebbe maggiore considerazione da parte dell’allenatore della Nazionale Italiana di beach soccer Massimiliano Esposito, il quale non ha mai osservato le gesta dell’Hermes che annovera tra le fila singoli come anche Merola che potrebbero fare bene alla causa azzurra. Intanto, i giallorossi si preparano ad affrontare oggi il Catania in uno scontro dal sapore proibitivo, mentre domani ci si gioca il tutto per tutto contro il Villafranca nel match conclusivo del girone B di Serie A.

PRIMO TEMPO: Debutto in maglia giallorossa per Di Mieri che ha un ruolo determinante, sia positivo che negativo, nelle azioni dei primi dieci minuti. L’ex beacher dell’Eboli esordisce con un tiro libero che Di Benedetto devia in corner (3’). Dopo il tiro di Merola parato(4’), Di Mieri contrasta irregolarmente Borbone, il cui tiro libero finisce a lato. Occasione invertita per Di Mieri: il suo tiro libero non impensierisce Di Benedetto (5’). La Pasta Reggia è meglio messa in campo e sblocca la gara al 7’ con un goal d’astuzia di Capobianco. Come un cerbiatto, egli osserva la conclusione di Di Mieri parata da Di Benedetto e si avventa sul pallone vacante, gonfiando la rete di prepotenza. Catanese in bambola e Palumbo manda il pallone sulla parte esterna della traversa (8’). Un minuto dopo Di Mieri perde palla ed Ardizzone sfiora il palo (9’). Merola para come può su di benedetto (10’), poi nell’ultimo minuto succede di tutto. A ventiquattro secondi dalla fine, magia del milord Corsale. Il centrocampista casagiovese controlla palla sulla trequarti e beffa Di Benedetto con una saetta che tocca la sabbia e s’insacca in rete (12’). Subito dopo, Merola para su Ardizzone, poi si ripete con un gran colpo di reni sull’incornata di Bonanno. Sembra tutto finito, quando ad un secondo dalla fine, fallo in area di rigore di Di Mieri su Ardizzone: penalty che lo stesso attaccante butta incredibilmente a lato.

SECONDO TEMPO: Nella ripresa entra Mazzone al posto di Merola. Pronti via e Corsale chiama al miracolo bua, il quale toglie la palla dal sette(13’). Miracoloso il salvataggio di Di Mieri al 15’ sul tiro di Missale. Segue la gran parata di Mazzone su Borbone al 16’, mentre Di Benedetto respinge la conclusione di Palumbo. Al 19’ Di Mieri si procura d’eleganza un tiro libero che Bua para. Pochi istanti e prende confidenza con la sabbia anche Mastroianni: palleggio e tiro che Bua salva con un bellissimo colpo di reni (20’). Passano dieci secondi e stupenda invenzione di Tedeschi: palla nel sette da distanza siderale e Mazzone beffato anche per colpa del sole (21’). Il Catanese accorcia le distanze e va all’assalto dell’area casagiovese. Sulla susseguente battuta Di Mieri sfiora il palo, poi tutti gli applausi sono per Mazzone che compie salvataggi a ripetizione. Prima si distende sul tiro di Garofalo, poi devia in angolo il tiro libero da posizione ravvicinata sempre di Garofalo (22’). Ancora il pipelet giallorosso smanaccia su Borbone e chiude la seconda frazione in vantaggio per i giallorossi.

TERZO TEMPO: Nella terza frazione avvio shock per i ragazzi allenati da Roberto Corsale. Schema sulla battuta di Garofalo per Sciuto che pesca il pertugio giusto e trafigge Merola. E’ il pareggio del Catanese che avrebbe potuto stravolgere la gara, invece si scatena l’uragano Corsale. Dopo che Sciuto mette paura con una sforbiciata finita a lato (25’), il capitano imbecca Capobianco che, con una gran torsione di testa, mette la palla lì dove Di Benedetto non può nulla (28’). Capobianco dimostra di conoscere alla perfezione i tempi ed i modi per sbloccare momenti pericolosi, ed anche a Montalto di Castro firma una doppietta che lo porta a quota tre in classifica marcatori. Immediata risposta del Catanese con Ardizzone che triangola con Tedeschi e calcia a colpo sicuro: la saracinesca Merola dice di no e con la mano aperta toglie la palla dallo specchio della porta (29’). Venti secondi dopo bella incornata di Ardizzone che, a Merola spiazzato, butta la sfera a lato (30’). Al 31’ fallo di Tedeschi in area di rigore su Corsale che s’incarica del tiro e trafigge Di Benedetto. Quello che accade al 32’ lascia tutti a bocca aperta. E’ un lampo di genio il colpo a volo di Corsale, il quale controlla palla con grande eleganza ed indovina il sette alla sinistra di Di Benedetto. La Pasta Reggia porta a tre i goal di distacco, ma il Catanese non ci sta ed al 32’ Corsale si erge ad eroe della patria, salvando sulla linea a colpo morto il bolide di Tedeschi. Goal nell’aria ed Ardizzone serve di tacco Campanella che riapre la gara (33’). Nemmeno il tempo di tornare a centrocampo che i giallorossi vanno alla battuta e Corsale incrocia alla perfezione, mettendo la palla nell’angolino (34’). E’ l’ultimo atto di una gara che la Pasta Reggia Hermes Casagiove vince con il punteggio di 6-3 e guarda con più tranquillità alla salvezza.

CATANESE BEACH SOCCER-PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE = 3-6 (parziali: 0-2; 1-0; 2-4)

CATANESE BEACH SOCCER: Di Benedetto Graziano, Campanella, Missale, Bonanno, Borbone, Bua, Garofalo, Tedeschi, Ardizzone, Sciuto, Di Benedetto Gabriele, Grasso. Allenatore: Andrea Giuseppe Garofalo

PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE: Merola, Di Mieri, Santonastaso, Corsale Raffaele, Ruberto, Palumbo, Capobianco, Mastroianni, Mazzone. Allenatore: Roberto Corsale

RETI: Capobianco 7’ (P), Corsale 11’ (P), Tedeschi 20’ (C), Sciuto 24’ (C), Capobianco 28’ (P), Corsale 31’ su rig. (P), Corsale 32’ (P), Campanella 33’ (C), Corsale 34’ (P)

ARBITRI: Fabio Polito di Aprilia, Viviana Frau di Carbonia, Giuseppe Melfi di Vasto, Roberto Pungitore di Reggio Calabria

NOTE: Ammoniti: Missale, Campanella (C); Mastroianni, Palumbo, Corsale (P). Tiri liberi: 5-6. Angoli: 4-3. Spettatori: 100 circa

 DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA PASTA REGGIA HERMES CASAGIOVE















Riproduzione riservata ©
Nelle categorie: Calcio, Beach Soccer
Editore: Armando SERPE
Direttore Responsabile: Marco FALCO
Condirettore: Raffaele VECCIA
Copyright © 2017 SportCasertano.it - Tutto lo sport della provincia di Caserta.