Il presidente Nuzzo regala l’Eccellenza al San Marco Trotti: “Punteremo ai playoff”

Patron scatenato:dopo Caputo e Scognamiglio si sonda il mercato per altre quattro pedine di spessore

Al centro dalla foto il presidente Antonio Nuzzo
Al centro dalla foto il presidente Antonio Nuzzo

Il San Marco Trotti sbarca in Eccellenza in un caldo pomeriggio estivo. Quando le speranze si erano affievolite ecco l’intervento deciso in prima persona del presidente Antonio Nuzzo che chiude lo scambio di titoli col Carano e regala a tutti i tifosi un sogno atteso a lungo. Cala il sipario sul San Marco Trotti edizione ‘2013-‘2014:una squadra di leoni come l’effigie in bella mostra che si presenta all’ingresso del campo. Gli acquisti per palati fini di Caputo e Scognamiglio stuzzicano l’interesse di tifosi e non. In panchina una sicurezza come Nicola Piscitelli condottiero confermato a furor di popolo.

L’ufficialità della società arriva nel tardo pomeriggio con la gioia evidente negli occhi di tutti i protagonisti. Per la prima volta nella storia calcistica una squadra della Valle di Suessola approda in un campionato diventato sempre più competitivo. Il patron Antonio Nuzzo è l’uomo del momento:tutti lo cercano. Tempo di arrivare al campo ed eccolo festeggiare in modo sobrio con i suoi più stretti collaboratori. Al termine di un memorial ecco l’ufficialità di uno speaker che informa la gente dell’approdo della squadra in eccellenza. L’applauso dei presenti il gesto più semplice, d’incoraggiamento al nuovo corso.inevitabilmente verranno fatte delle scelte oculate per costruire una squadra che sappia ben figurare in eccellenza. Il presidente Nuzzo è al settimo cielo:onore al primo presidente della storia a portare un titolo di eccellenza in Valle di Suessola. Alla sua prima dichiarazione ecco tutta la sua esternazione per un qualcosa di unico, inebriante: “Che gioia! Questo San Marco Trotti non ha mai avuto un calcio di un certo livello. Portiamo l’eccellenza per la prima volta. Cercheremo di fare belle cose e far divertire un paesino di circa duemila abitanti che da oggi ha l’eccellenza. La trattativa col Carano è stata di uno scambio di titoli:un po’ dura come trattativa ma ci sono riusciti al termine di due lunghe ore. Cerchiamo di divertirci. L’avevo detto tempo addietro:ero certo di fare l’eccellenza e ci sono riuscito. I giocatori che io ho preso sono di un certo livello come Caputo e Scognamiglio non hanno bisogno di presentazioni:con loro avrei puntato ad una promozione vincente. Ora ci scateniamo e puntiamo ad altri quattro cinque colpi molto interessanti. Allestirò una squadra per i play off in eccellenza:lavoriamo tranquilli senza sbagliare nulla. Ci stanno chiamando giocatori importanti e vedendo le varie situazioni. Confermo Nicola Piscitelli alla guida della prima squadra con Savino suo vice e tecnico della juniores, Francesco Mennitto come direttore sportivo. Speriamo di fare cose belle per divertirci. Immagino una prima di campionato:il campo è agibile al 100%:Le gare interne si disputeranno tutte sul nostro campo cavalier Pasquale De Lucia. Per il settore ospiti faremo delle piccole modifiche. Sono orgoglioso di rappresentare Caserta con molto onore.  Il paese non si aspettava una cosa del genere:era il mio sogno e ci sono riuscito. Faremo un bellissimo campionato. Affronteremo Frattese,Portici,Quarto . Loro non conoscono il paesino San Marco Trotti, noi le loro storie. Ci divertiremo. Sento in dovere di ringraziare tutti i calciatori che hanno indossato la maglia del San Marco Trotti . Ci sono ragazzi cui voglio un gran bene :brutto dir loro che non c’è spazio. Eccellenza vuol dire sacrifici e fare cinque sei sedute settimanali. Prenderò tutti ragazzi che fanno solo calcio. La forza della prima squadra per un grande settore giovanile. Con mister Savino stiamo provvedendo :gli starò sempre vicino, è un grande mister che non ci ha mai abbandonato. Ci saranno tanti cambiamenti con ognuno che farà il suo dovere. Allestiremo un ufficio sistemato per un’organizzazione efficiente. L’entusiasmo dei tifosi Sono convinto che i tifosi di San Marco ci staranno molto vicino. Non appena hanno avuto la notizia dell’eccellenza mi hanno festeggiato con bottiglie di spumante. Abbiamo realizzato un qualcosa d’importante. Seguiteci che non ve ne pentirete”.

Mario Fantaccione