La settima giornata di Lega A

Con la Pepsi impegnata a Cremona contro una squadra in salute reduce da tre vittorie nelle ultime quattro uscite, l’attenzione è puntata anche al resto della settima giornata. Se i bianconeri vorranno riconquistare la seconda piazza in solitudine dovranno battere la Vanoli e sperare in un passo falso di Montegranaro all’Adriatic Arena di Pesaro. Impresa non facile dal momento che la Sutor non si ferma da più di due mesi e la Scavospar non è poi un ostacolo insormontabile. Compito non semplice anche per l’Armani Milano che riceve una Bancatercas rigenerata dal blitz al Palamaggiò. Ma se i meneghini sono in serata Amoroso e soci avranno davvero vita dura. L’Air Avellino si gioca parecchio contro la Canadian Solar Bologna. Gli irpini tra alti e bassi restano aggrappati ad un settimo posto che viste le potenzialità non sembra poter essere migliorato. Anzi i lupi dovranno fare attenzione a non essere risucchiati dalle inseguitrici. Gli emiliani invece cullano ancora sogni di podio e la tappa campana è fondamentale per rimanere in corsa. Discorso simile per Biella anche se Cantù non è Bologna ma certo non sarà una passeggiata. Dopo l’annunciata battuta d’arresto di Siena, rossoblu convinti di poter tornare alla vittoria anche se la Ngc può contare su un organico di qualità che difficilmente si lascerà sfuggire i playoff. A Varese debutto di Maurice ‘Mo’ Taylor nelle fila della Benetton Treviso. Dopo l’esperienza milanese l’americano spera di ben impressionare contribuendo al raggiungimento della post season. Il primo ostacolo sarà una Cimberio con l’acqua alla gola. Un quart’ultimo posto in classifica non facile da digerire per una piazza storica, ma in fin dei conti le possibilità di salvezza sono piuttosto elevate. Ferrara strapazzerà i ragazzini della Sebastiani mentre la mannaia di Siena si abbatterà sulla Lottomatica perché i romani, mai come quest’anno, non possono minimamente competere con la corazzata toscana.